Rachele Bianchi iscritta al Famedio di Milano con i milanesi illustri

Rachele Bianchi iscritta al Famedio di Milano con i milanesi illustri

Rachele Bianchi iscritta al Famedio di Milano con i milanesi illustri nella tradizionale cerimonia del 2 novembre.

Famedio, Cimitero Monumentale, Milano

«Rachele Bianchi, una delle personalità più influenti della scultura novecentesca, che ha dedicato alla città meneghina una statua, riconoscibile in via Vittor Pisani» - Il Fatto Quotidiano.

«Dopo averne omaggiato la memoria con l’allestimento permanente della scultura Personaggio ‒ installata sul suolo pubblico lo scorso settembre in occasione della Milano Green Week ‒, la città meneghina conferisce un nuovo riconoscimento a Rachele Bianchi, scultrice e artista visiva tra le più iconiche del panorama novecentesco italiano» - Sky Arte.

«Sono questi i nomi dei celebri cittadini che con il loro impegno, in campi diversi, hanno contribuito a far crescere la città e ai quali oggi abbiamo attribuito l’onorificenza del Famedio. Milano ne ricorderà per sempre i nobilissimi meriti e lo straordinario spirito civico», ha commentato il sindaco Giuseppe Sala durante la cerimonia riportata dalle principali testate nazionali e di Milano. «Non eroi ma donne e uomini che hanno vissuto la vita con generosità e coraggio» - ha proseguito il Primo Cittadino, come hanno riportato La Stampa, Repubblica, Corriere della Sera.

«L'Iscrizione al Pantheon Civico per Rachele Bianchi: una storia di arte e milanesità" - Aboutartonline.com

Sono solo alcune delle parole di encomio ricevute dalla stampa nell'occasione della cerimonia con cui l'artista e scultrice Rachele Bianchi è stata iscritta al Pantheon dei milanesi nella giornata, ogni 2 novembre, che Milano dedica alla iscrizione dei benemeriti nel Famedio cittadino. 

Alla presenza del Sindaco Beppe Sala e del Presidente del Consiglio Regionale Lamberto Bertolé, il nome di Rachele Bianchi è stato il primo di una lista di altri undici illustri milanese che, per nascita o per adozione, hanno reso lustro alla loro città nel resto del Bel Paese, in Italia, nel mondo.

In un'edizione che si è contraddistinta per la cultura come elemento dominante delle biografie onorate, Rachele Bianchi è stata l'unica artista visiva e  più scultrice a cui è stato riconosciuto il merito di essere stata una delle figure esemplari, una delle protagoniste delle arti plastiche che ha interpretato al meglio lo spirito della città, nonché vincitrice di numerosi premi d’arte. Questi uomini e queste donne sono espressione di una città sana e vitale, di cui il Memoriale propone una memoria generosa», è stato detto nel corso della funzione, iniziata puntuale sotto l'urna di Alessandro Manzoni, alle ore 11:30 di sabato mattina, e introdotta da due Andante eseguiti dagli Affiatati della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

Ad assistere alla prestigiosa onorificenza, seduti in prima fila, c'erano Giuseppe Bariona, figlio di Rachele Bianchi, con la moglie Elena Sacchi. Insieme, sono i fondatori dell'Archivio Rachele Bianchi, neonata associazione culturale per lo studio, la catalogazione e la promozione del prolifico e costante lavoro dell’artista, che inaugurerà i suoi spazi a marzo 2020.

Per rivivere con noi le emozioni e l'onore della cerimonia di Rachele Bianchi al Famedio di Milano, è disponibile un fotoracconto sulla nostra pagina Facebook e sulla pagina Instagram / Famedio in Evidenza. 

[Pubblicato il 05.11.2019]

Chiudi Opera Biografia Archivio Associazione Contatti News